The Green Hornet (2011)

Cominciamo col che dire di questo film non si sentiva il bisogno. Sia perchè in fondo The Green Hornet nel panorama degli eroi mascherati è comunque secondario, sia perchè la trasposizione cinematografica di qualunque straccio di fumetto sta veramente diventando stucchevole. Poi però ti capita il biglietto gratis e vai a vederlo, con la segreta speranza che non si tratti del solito trito e ritrito canovaccio in cui agli sceneggiatori non è venuto in mente nulla di meglio che miscelare un ricchissimo uomo qualunque – con tanto di garage segreto e simil-batmobile, Bruce Wayne anyone? – un quotidiano – Spiderman e Superman anyone? – un maggiordomo/spalla – ancora Batman anyone? – e altri ameni e dozzinali luoghi comuni del genere e sottogenere. Ma questo calabrone verde ha anche l’ambizione di aggiungere dell’autoironia, rivangando l’originalissimo clichè dello sfigato – in questo caso anche ignorante e per nulla carismatico – che si trasforma in super eroe. Insomma, è davvero troppo. Troppo tutto: troppe esplosioni, troppe sparatorie, troppe acrobazie, troppe cazzate, troppo dejà-vù, troppo inutile. In definitiva un film da dimenticare, che anche visto in 3D su uno schermo grande come un campo di calcio ti fa guardare l’orologio, nella speranza – malriposta – che il supplizio finisca presto. Casting da dimenticare (chi cazzo è Seth Rogen?), regia pretenziosa (Michel Gondry? Mah…), sceneggiatura ricicciata da mille altre, Cameron Diaz e Christoph Waltz sprecati in un ruolo inutile. Direi che non vale manco la pena di scaricarsi un torrent, meglio guardare due ore il soffitto.

Knight and Day (2010)

Cominciamo col dire che se ad un certo punto nella storia del cinema non ci fosse stato Mr. And Mrs. Smith, questa gradevole action-comedy di James Mangold molto probabilmente non esisterebbe. Tom Cruise (che gigioneggia malgrado qualche ruga) e Cameron Diaz (in forma smagliante, davvero bellissima in abitino giallo e stivali cow-girl) fanno dichiaratamente il verso mutatis mutandis ai cognugi Pitt. E anche se questi restano inarrivabili quanto a carisma e chimica, Tom e Cameron riescono comunque molto bene nell’impresa. E cosí ancora una volta assistiamo alle mirabolanti imprese di una coppia da sogno hollywoodiano di mezza estate, alle prese con la CIA, i baddies, i rogue agents e tutta la letteratura dello spy-action degli ultimi anni. Di diverso rispetto agli Smiths, oltre a qualche dettaglio nella trama (che comunque resta solo un pretesto per mostrare quanto è cazzuto lui e gnocca lei e, sul finire, viceversa) c’é una decisa accelerazione sul lato comedy, che dà al film un gradevole ulteriore senso di leggerezza. Alla fine stiamo ovviamente parlando di bollicine, e se Mr. and Mrs. Smith era Coca-Cola, questo Knight and Day è una Pepsi: copiato senza badare a spese, un pó diverso, ma avrà i suoi estimatori. Ottimo in ogni caso per una serata all star spensierata e divertente, alcune battute e alcuni momenti sono davvero esilaranti ed è garantito che uscirete dal cinema col sorriso.