The Thomas Crown Affair (1968)

Prima del remake del ’99 (nanche troppo male, ma il Il bambolotto Pierce Brosnan e Rene Russo avrebbero dovuto studiare questo film di più e meglio) c’era stato questo stilosissimo originale, precursore della tecnica multiple-screen tanto in voga negli anni ’70, interpretato alla grande da un indimenticabile Steve McQueen e da una biondissima ed irresistibilmente giovane Faye Dunaway. L’amore non vince, e Steve va via da solo, come spesso accade, pur amandola disperatamente.

Thee Days of the Condor (1975)

Sydney Pollack ci racconta la CIA, gli intrighi, le talpe, la sicurezza nazionale. E poi tutto il resto, in un film teso e crudo, che rappresenta il meglio del cinema anni ’70. Una storia credibile, terribile e meravigliosamente coinvolgente, che fa riflettere e intrattiene con tanto sale in zucca. Forse dovremmo preoccuparci, perchè questo cinema è morto. Un cast da urlo (Redford enorme, Faye Dunaway divina) in un film capolavoro, che per me sta su uno scaffale a parte.