Invasion of the Body Snatchers (1956)

Un film che rappresenta in modo perfetto l’atmosfera asfissiante, tutto-fobica e sospettosa imperante in tempo di guerra fredda. Attraverso una metafora, nemmeno troppo nascosta, in cui l’alieno non è altro che un nostro sosia, tra un’inquadratura e l’altra, Don Siegel scrive la storia del cinema.