Vanity Fair (2004)

Dell’affresco capolavoro scritto da William Makepeace Thackeray qui resta poco più dei nomi dei personaggi. Difficilmente del resto un film può catturare un’opera così sfaccettata, anche se qui forse si eccede un pelo nel semplificare. Quello che manca è l’anima, soprattuto di Becky. Alla fine del libro te ne sei innamorato. Qui – malgrado la bellezza intrigante di Reese Whiterspoon – l’hai già dimenticata ai titoli di coda.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s